Chi lavora è perduto (1963)

Anno 1963
Durata 85 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Tinto Brass
Soggetto Tinto Brass
Sceneggiatura Tinto Brass, Gian Carlo Fusco
Produttore Moris Ergas
Fotografia Bruno Barcarol
Montaggio Tinto Brass
Musiche Piero Piccioni
Scenografia Raul Schultz
Costumi Danilo Donati

Interpreti e personaggi
Sady Rebbot: Bonifacio
Pascale Audret: Gabriella
Franco Arcalli: amico in manicomio
Tino Buazzelli: amico in sanatorio
Piero Vida
Nando Angelini
Doppiatori italiani
Tonino Micheluzzi: Bonifacio

Bonifacio è un rampante disegnatore fresco di diploma e sta per entrare a far parte di una grande industria, ma il lavoro lo annoia incredibilmente. Idee e fantasie verso posizioni totalmente anarchiche, anche se due amici sono stati ricoverati in manicomio proprio a causa del loro idealismo.
Il giovane senza speranza si ribella contro il sistema che dovrebbe inglobarlo, vagando senza meta per Venezia.

Commenti

commenti

Top! Tutto il materiale è protetto da copyright. Nulla può essere riprodotto senza l'autorizzazione scritta degli autori - Agenzia di comunicazione Totemsolution.net